Legge di stabilità, cosa cambia.

Da pochi giorni è stato presentato il Patto di Stabilità, che avrà ripercussioni importanti su tutto il mercato immobiliare.Vediamo qualche misura che verrà adottata nei prossimi mesi.

La franchigia universale

Già dall’anno in corso sarà detraibile (o deducibile a seconda del tipo di spesa), solo la cifra eccedente i 250 euro spesa in relazione alle cosiddette detrazioni minori; fino all’ultima dichiarazione dei redditi la franchigia considerata era pari a 125 euro.

Nella stessa categoria di detrazioni su cui andrà ad incidere la franchigia universale rientrano, ad esempio, anche le spese sostenute per la frequenza di corsi sportivi dei figli di età compresa fra i 5 e i 17 anni (spesa per cui rimane comunque valida la soglia di 210 euro a figlio), le erogazioni alle onlus, ai patiti, alle scuole e alle società sportive. Tutte queste voci, peraltro, contribuiranno a formare il tetto massimo di 3.000 euro, non superabile per il calcolo delle derazioni fiscali del 19%. Gli sgravi legati a queste spese non potranno mai e in nessun caso superare i 570 euro annui.

Detrazioni sulla ristrutturazione della casa

Vengono riconfermate le detrazioni sulle spese di ritrutturazione degli immobili (sempre fissate nelle due aliquote del 36% e del 55%) e quelle per i contratti di affitto.

Detrazioni sui mutui casa

Gli interessi passivi legati ai mutui prima casa o per la costruzione della stessa godevano di una detrazione del 19% legata al tetto massimo di 4.000 euro, dal prossimo 730, pur rimanendo valida la misura del 19%, il tetto massimo scende a 3.000 euro.

Fonte: news.immobiliare.it

Ancora queste disposizioni non sono state tramutate in leggi esecutive, e il procedimento è al vaglio delle camere. Qualche modifica potrà essere introdotta, ma la sensazione è che, ancora una volta, sarà dalle nostre tasche che uscirà gran parte dei miliardi di euro necessari alla stabilità dei conti dello stato.

Related Blogs

Potrebbero interessarti anche...