Novità in materia di Certificazione Energetica

Secondo un comunicato pubblicato dal Governo le dichiarazioni di conformità catastali e l’attestato di prestazione energetica non saranno più obbligatorie al momento del rogito, ma potranno essere prodotte anche successivamente.
Ricordiamo che il Decreto Destinazione Italia, aveva previsto secondo quanto pubblicato in Gazzetta il 23 dicembre, che in assenza dell’attestato di prestazione energetica  i venditori sarebbero stati sanzionati con una ammenda dai 3 mila ai 18 mila euro, ed  i locatori con una multa dai mille ai 4 mila euro per singole unità immobiliari.
Questo comunicato del Governo sembra essere in linea con la nuova rotta del Consiglio dei Ministri di agevolare con ogni mezzo la ripresa immobiliare, in quanto si è largamente diffuso tra le forze del governo la necessità di far ripartire, come in USA, il volano che da oltre 40 anni sostiene l’economia Italiana.
Le azioni del governo in questo senso sono il Plafond Casa che prevede mutui agevolati dalle banche aderenti per la prima casa, e detrazioni per la ristrutturazione e miglioramento energetico, con indiscutibili vantaggi per chi oggi decide di acquistare casa.

Potrebbero interessarti anche...