L’OMI attesta la risalita del Mercato Immobiliare Italiano

Secondo l’ultima pubblicazione dell’OMI (Osservatorio del Mercato Immobiliare), in data 24 settembre 2015, il mercato immobiliare italiano sta cambiando e presenta dei segnali decisamente positivi. L’indice dei prezzi rilevato dall’Istat mostra un ribasso dei prezzi degli immobili che fa salire il numero delle vendite e quindi degli acquisti nel mercato immobiliare.

La ripresa del settore immobiliare vanta, nel secondo trimestre 2015, un aumento del 6,8% di immobili venduti in più rispetto all’analogo trimestre dell’anno precedente.

grafico vendita immobili 2014 2015

Variazione degli immobili venduti nel secondo trimestre 2015 rispetto al secondo trimestre 2014 secondo dati riportati dall’OMI http://www.fiscooggi.it/dati-e-statistiche/articolo/dalle-stime-dellomi-mattonecontinua-sua-marcia-risalita

La variazione percentuale delle abitazioni e delle pertinenze (box e posti auto) vendute sale rispettivamente dell’ 8,2% e del 6,1%. Notevole aumento del settore commerciale che guadagna un 10,3% rispetto all’anno precedente. Si segnalano in negativo rispetto al 2014 gli immobili del settore terziario e produttivo, con un 3,8% e un -8%.
Tale calo, osservato anche nella prima nota trimestrale, è attribuibile alle conseguenze riportate dall’entrata in vigore dal 1° gennaio 2014 del nuovo regime delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, secondo l’art. 10 del Dlgs 23/2011, applicabile agli atti di trasferimento a titolo oneroso di diritti reali immobiliari, che lascia invariato il regime degli atti soggetti alla tassazione Iva, rilevanti soprattutto nel settore non residenziale. La tassazione fiscale ha determinato una concentrazione degli acquisti nel primo trimestre del 2014, facendo risultare più bassi i valori di vendita dell’ultimo trimestre del 2013.

grafico vendita case nord centro sud

Variazione percentuale degli immobili venduti nel secondo trimestre del 2015 rispetto al secondo trimestre del 2014

Analizzando i dati riportati dall’Istat a livello geografico, possiamo notare che l’Italia settentrionale vanta un aumento del 10,3% di immobili venduti in più rispetto al secondo trimestre dell’anno precedente; l’Italia centrale segna un aumento del 6,3% e l’Italia meridionale un aumento del 5,8% rispetto al 2014.
Tirando le somme, è possibile affermare una crescita dell’8,2% degli immobili venduti in più rispetto al secondo trimestre del 2014, per un totale di 116.514 immobili venduti.

L’Ipab (Indice dei Prezzi delle Abitazioni) riporta, secondo gli ultimi dati forniti dall’Istat, una continua diminuzione dei prezzi degli immobili, con un calo del 0,7% rispetto al trimestre precedente, segno che il mercato immobiliare vedrà crescere ancora il numero di immobili venduti e acquistati.

Potrebbero interessarti anche...