RENT TO BUY: cos’è e come funziona

Vediamo le nuove formule di contratto.

È sempre più in salita la strada per chi in questo tempo vuole comprare casa. Le famiglie italiane hanno sempre più difficoltà a ottenere mutui per acquistare un’abitazione.

Il consiglio nazionale del Notariato ha presentato sei proposte di legge per il rilancio del settore immobiliare e la ripresa economica del paese.

Una di queste proposte illustrate introduce una disciplina di “contratti di godimento in funzione della successiva vendita di immobili” meglio nota come “ rent to buy”.

Il Rent to buy potrebbe essere definito come un “programma preparatorio all’acquisto”, che consente di entrare subito nell’abitazione scelta, prima in locazione (rent) e poi avere la possibilità di acquistarla (buy). L’acquirente avrà piena proprietà dell’abitazione quando il processo di acquisto si è concluso entro 3 anni. In questi anni dovrà pagare puntualmente la sua rata di affitto che sarà maggiorata rispetto al prezzo del mercato.

Questo metodo di locazione preparatoria all’acquisto è presente già da molto tempo nei paesi anglosassoni quali Stati Uniti, Australia, Regno Unito ed Irlanda.

Il vantaggio sta nel rimandare l’acquisto, senza perdere i soldi dell’affitto, potendo in seguito chiedere un prestito più vantaggioso e di importo minore avendo già anticipato una quota della casa mensilmente.

Questa tipologia di compravendita può offrire vantaggi sia per venditori che per i compratori.

25/06/2014

Potrebbero interessarti anche...