Ripresa della vendita di case in Toscana?

Qualche passo in avanti per la ripresa della vendita di case in Toscana

.

Nella riunione del 7 Novembre 2013 il Consiglio direttivo della BCE ha tagliato di un quarto di punto il REFI, il tasso di rifinanziamento pronti contro termine, portandolo al minimo storico dello 0,25%.
Questo ulteriore abbassamento deL REFI renderà più interessante la richiesta di denaro e quindi anche degli investimenti, e renderà indirettamente meno costoso il rimborso delle rate dei mutui delle famiglie in quanto la riduzione del REFI potrà portare le banche a ridurre ulteriormente la riduzione degli spread sui mutui, che rispetto ai massimi di appena un anno fa sono già calati di oltre l’1%.
Quindi anche se non sia avrà un diretto calo delle rate dei mutui a tasso variabile indicizzate con l’Euribor la notizia della riduzione del tasso di rifinanziamento dei pronti contro termine sarà di sicuro impatto positivo per la ripresa delle compravendite in Toscana.
Anche se qualcuno biasima questo ulteriore calo del costo del denaro, in quanto sicuramente genererà un aumento dell’inflazione, e quindi una situazione peggiorativa per chi non ha un mutuo ed non ha entrate legate all’inflazione, ma il Consiglio direttivo della BCE ha garantito che questo ulteriore calo dei tassi è stato attentamente calcolo e sarà un’ ulteriore leva per la ripresa economica ed indirettamente anche per l’aumento delle compravendite.
Le ultime notizie parlano di dati rassicuranti per le compravendite in Toscana, con un probabile trimestre con il segno positivo, grazie al sostenuto calo dei prezzi che ha prodotto un sostanziale equilibrio tra domanda e offerta di case in Toscana.
Anche se l’anno si chiuderà probabilmente con un complessivo -3,8%, l’inversione di tendenza della vendita di case in Toscana ed il calo del tasso di rifinanziamento pronti contro termine e conseguente calo atteso dello spread applicato dalle banche, rappresentano due passi in avanti per uscire dalla crisi immobiliare.

Potrebbero interessarti anche...